Cenni storico-artistici

2 Giugno 2014 gianfranco Arte

Al Frais si possono ammirare la vecchia chiesetta dal tetto in lose e la nuova chiesa, molto più grande ed inaugurata nel 1974, al cui interno si trovano opere dell’artista Mario Molinari.

Inoltre in zona esistono ancora alcune baite non ristrutturate dove si possono ammirare le modalità costruttive di oltre 100 anni fa con i muri in pietra a secco e i tetti in lose  testimonianza  di vita dura e spartana; case che avevano solo l’essenziale cioè offrire  riparo  dalle intemperie per poter consumare un pasto caldo e un giaciglio per riposare, dove non esistevano i servizi per i quali c’erano gli spazi esterni e una fonte d’acqua fredda.

A Chiomonte  si possono ammirare diverse opere come le fontane del XVI secolo tutte in pietra, la chiesa del paese, la chiesa della frazione Ramats,  l’oratorio di S. Caterina, il palazzo Levis e la pinacoteca comunale, i graffiti di casa Ronsil, il museo e sito archeologico della Maddalena,  “il Pertus” di Colombano Romean.

Chi viene al Frais per un periodo di riposo o per escursioni e per lo sci deve sapere che ha la possibilità di trovare anche motivo di svago nelle numerose bellezze naturali o artistiche e culturali della zona.

Susa offre un grande patrimonio artistico millenario


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Powered by http://wordpress.org/ and http://www.hqpremiumthemes.com/