Ciaspolata ‘Il Fagiolo di legno’ 2013

19 Maggio 2014 gianfranco ciaspolate eseguite

5a EDIZIONE del FAGIOLO di LEGNO “Fagiolo di legno 2013”  intitolato quest’anno : “GIRO VALLONE”

 Ritrovo come da locandina presso l’albergo Belvedere che si trova in via Arguel n.1 vicino alla chiesa e davanti al parco Musy.

Si verificano le iscrizioni con consegna del tagliando di partecipazione al pranzo convenzionato.

 Si parte racchette ai piedi dalla neve del parco Musy ed in fila indiana si attraversa il parco Musy salendo poi al fianco della via Musy in fila allungata; al fondo della via si svolta a dx in via Sausea che subito si inoltra sulla vecchia mulattiera che portava all’alpe Carbonella costeggiando la parte alta di regione Serre d’Arnaud per arrivare così nei prati sottostanti il condominio Giovanna da dove si prosegue lungo la pista che poco dopo porta alla strada del Gran Serin che abbandoniamo quasi subito per inoltrarci sui prati a pascolo estivo sottostanti l’alpe Soubeyrand i cui 1700 m. di quota raggiungiamo salendo con leggera digressione a sx.

Da qui tutta la compagnia, fatta eccezione per alcuni bimbi e loro accompagnatori che ritengono sufficiente quanto percorso, prosegue salendo su percorso che subito si fa più ripido con balze e svolte continue che non fiaccano la voglia di andare per cui dopo circa 45 minuti si sbuca fuori dalle piante e si giunge allo scenario grandioso del vallone con la sua ampia conca e il cerchio ampio delle montagne ammantate di neve.

Raggiunta la casetta del vallone ci si ferma a bere un tè o a mangiare un panino ma l’aria fresca suggerisce a molti di reclamare il ritorno senza indugiare oltre. Per cui mentre guido il grosso nella discesa diretta su itinerario molto stretto e ripido poco sotto la casetta, Rossana con pochi altri ritorna scendendo per la strada di salita poco più a dx (orografica) dove è possibile scendere a svolte ampie più agevoli.

Infatti la discesa diretta piuttosto ripida obbliga a volte a lasciarsi scivolare ed in questo si distinguono Giorgia e Davide Galdi che si lasciano andare giù quasi sdraiati.

Raggiunta così l’alpe Soubeyrand ci si ferma un attimo a ricompattare le fila per poi proseguire scendendo lungo i pascoli sottostanti tenendosi sulla dx per arrivare così ad una strettoia sul fondo che con tratto più ripido si incunea portando ai pendii sotto l’alpeggio Sausea dove questi incontrano la strada militare (qui via Gran Serin) vicino all’incrocio con la via Arguel che sale dal Frais . Si segue la strada per breve tratto fino a raggiungere le piste da sci, da dove scendendo al bordo delle piste si arriva, passando davanti all’albergo Belvedere, al parco Musy.

Il pranzo conviviale al Belvedere ristora il grosso della compagnia sia di quelli che hanno sottoscritto il convenzionato sia quelli che hanno preferito pranzare alla carta.

 

 

 

 

 

 

 

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Powered by http://wordpress.org/ and http://www.hqpremiumthemes.com/