Frais – Clot Rosset

15 Marzo 2014 gianfranco camminate itinerari

Pian del Frais 1493 m. – Clot Rosset 1546 m.

Partenza e arrivo: Frais piazzale chiesa (circa 1493 metri)

Tempo di percorrenza (andatura medio/lenta) circa 1 ora

Dislivello circa 53 metri

Partendo di fronte all’Albergo Belvedere, s’imbocca la strada Partigiani Monte Assietta per prendere poi la via Clot Rosset che in salita porta in pochi minuti in regione Serre d’Arnaud (1515 m circa) in circa 10 min. e da qui prosegue sterrata attraversando la regione Chambeiron e il rio Rumiana prima verso il cosiddetto Pratone 1545 m. cioè il pianoro dell’Orsiera (altri 15 min) che attraversa completamente (altri 10 min.) e dopo avere passato Comba Scura e il relativo rio va in leggera discesa verso il bivio ( Chiomonte-Clot Rosset) dal quale in salita si snoda la strada che porta fra abetaie magnifiche fino al Clot Rosset 1546 m. (altri 15 min.).

Da qui si può tornare al Frais rifacendo all’indietro il percorso dell’andata o prendere poche decine di metri più avanti a sx la  pista che passando in mezzo al bosco ritorna verso il Pratone raggiungendolo poco sopra la strada di andata.

Da qui si può riprendere quest’ultima per il rientro o salire verso la soprastante baita Orsiera contraddistinta dalla costruzione in mattoni rossi o poco più a est verso l’alpe Carbonella. Nel primo caso superata la baita si arriva alla sterrata dell’Arguel che in discesa ritorna al Frais. Nel secondo caso si arriva ancora alla sterrata dell’Arguel o seguendo un sentierino sopra la baita in salita quasi diretta o seguendo una stradina in falsopiano che andando verso est passa vicino a due piccole baite (piccola Carbonella)  e poco più in là porta alla strada.

Per chi volesse sbizzarrirsi invece di arrivare alla strada principale può scendere lungo i prati sottostanti cercando le tracce di sentiero che portano al Frais arrivando in località Serre d’Arnaud.

Varianti :

1)una piccola variante alla partenza : invece di salire alla via Clot Rosset scendere lungo la via Soubeyrand per poche decine di metri, arrivati davanti al primo condominio subito dopo il laghetto della chiesa parrocchiale passando sul ponticello di legno raggiungere il prato adiacente dove parte la pista naturalistica che in 10 minuti circa porta sull’itinerario sopradescritto all’innesto con la carrabile sterrata.

2) nella zona di confluenza fra i due inizi un segnavia del sentiero dei Franchi indica una deviazione nel bosco che seguendo un ruscello affluente del rio Mulieres sbuca in cima alla salita per poi proseguire sempre lungo il ruscello fino al fondo del piano dell’Orsiera per poi riprendere la strada sterrata già descritta.

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Powered by http://wordpress.org/ and http://www.hqpremiumthemes.com/